L. V. Beethoven Vedi a schermo intero

L. V. Beethoven

Stefano Rover

- 2004

Maggiori dettagli

12,99 €

Nato a Bologna nel 1975, Stefano Rover inizia lo studio del pianoforte all’età di quattro anni sotto la guida di Christian Breyhan, proseguendo con Alberto Magnolfi e, dopo l’ammissione al Conservatorio «Luigi Cherubini» di Firenze, con Rosa Maria Scarlino. Nel 1996 consegue il diploma ottenendo il massimo dei voti e la lode.
Determinante per la propria formazione artistica si rivela l’incontro con Lucia Passaglia, di cui segue il corso triennale presso l’Accademia di Alto Perfezionamento di Perugia (nel 2000 ottiene il diploma di «Eccellenza») e continua anche in seguito a frequentarne la scuola, parallelamente conoscendo altri maestri pianisti come Joachim Achucarro (Firenze 1996 e Siena 1997, «Accademia Chigiana», qui vincitore di borsa di studio), Maurizio Pollini (Siena 2001), Rudolf Buchbinder (Zurigo 2002, 2003), Lazar Berman (Klaipèda 2003).
Premiato in alcuni tra i più importanti concorsi nazionali ed internazionali, svolge intensa attività concertistica in Italia e all’estero, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e di critica.
Vasto è il suo repertorio, che si estende dalla produzione del Barocco a quella contemporanea, con particolare interesse verso Beethoven e gli autori del periodo romantico.


Etichetta LIRA CLASSICA - Catalogo N° LR CD 096 - Produzione esecutiva di Massimo Monti, Musicisti Associati Produzioni M.A.P. - Distribuzione M.A.P. - Anno 2004

*********************************************************************************************************

Brani contenuti nel CD:
      
       32 variazioni in DO minore Wo0 80              
01 - Tema - 0'33"
02 - Var. I, II, III - Gli accordi del tema sono sciolti in arpeggi affidati alla mano destra nella
       I variazione, alla sinistra nella II e ad entrambe nella III - 0'39"
03 - Var. IV, V, VI - Di carattere prevalentemente ritmico - 0'47"
04 - Var. VII e VIII - La seconda è una sorta di amplificazione sonora della prima - 0'34"
05 - Var. IX - Espressivo - 0'27"
06 - Var. X e XI - La seconda è il prolungamento, anzi il ritornello della prima; ma le mani
       si scambiano le parti - 0'34"
07 - Var. dalla XII alla XVI - Gruppo delle cinque variazioni in maggiore: senso di riposo
       - 1'37"
08 - Var. XVII - Dolce, in modo minore - 0'21"
09 - Var. dalla XVIII alla XXII - Animate ed aggressive -1'18"
10 - Var. XXIII - Pianissimo, sul pedale armonico della dominante - 0'33"
11 - Var. dalla XXIV alla XXVII - Di carattere prevalentemente ritmico - 0'55"
12 - Var. XXVIII - Piano semplice - 0'19"
13 - Var. XXIX - Fortissimo. Grande veemenza ritmica - 0'16"
14 - Var. XXX - Pianissimo. In contrasto con la precedente - 0'48"
15 - Var. XXXI, XXXII - Riunite dal pedale armonico sulla tonica. La prima riprende il tema,
       la seconda varia la prima - 2'22"

 

       33 variazioni sul tema di Diabelli op.12016 - Tema di Diabelli - Vivace
16 - Walzer di Diabelli - 0'53"
17 - Var. I - Alla Marcia maestoso - 2'16"
18 - Var. II - Poco allegro - 0'49"
19 - Var. III - L’istesso tempo - 1'18"
20 - Var. IV - Un poco più vivace - 1'02"
21 - Var. V - Allegro vivace - 0'53"
22 - Var. VI - Allegro ma non troppo e serioso - 1'38"
23 - Var. VII - Un poco più allegro - 0'56"
24 - Var. VIII - Poco vivace - 1'20"
25 - Var. IX - Allegro pesante e risoluto - 1'37"
26 - Var. X - Presto - 0'39"
27 - Var. XI - Allegretto - 1'18"
28 - Var. XII - Un poco più moto - 0'49"
29 - Var. XIII - Vivace - 1'17"
30 - Var. XIV - Grave e maestoso - 4'55"
31 - Var. XV - Presto scherzando - 0'36"
32 - Var. XVI - Allegro - 0'54"
33 - Var. XVII - L’istesso tempo - 0'54"
34 - Var. XVIII - Poco moderato - 1'43"
35 - Var. XIX - Presto - 0'52"
36 - Var. XX - Andante - 2'46"
37 - Var. XXI - Allegro con brio - 1'02"
38 - Var. XXII - Allegro molto (alla “notte e giorno faticar” di Mozart) - 0'47"
39 - Var. XXIII - Allegro assai - 0'47"
40 - Var. XXIV - Fughetta. Andante - 2'29"
41 - Var. XXV - Allegro - 0'48"
42 - Var. XXVI - L’istesso tempo - 1'15"
43 - Var. XXVII - Vivace - 0'50"
44 - Var. XXVIII - Allegro - 0'58"
45 - Var. XXIX - Adagio ma non troppo - 1'26"
46 - Var. XXX - Andante, sempre cantabile - 2'10"
47 - Var. XXXI - Largo, molto espressivo - 2'58"
48 - Var. XXXII - Fuga. Allegro - 2'47"
49 - Var. XXXIII - Tempo di minuetto moderato (ma non tirarsi indietro) - 3'39"