In punta di Cerri Vedi a schermo intero

In punta di Cerri

Franco e Stefano Cerri

- 2002

Maggiori dettagli

12,99 €


Padre e figlio che suonando parlano dei loro segreti fatti di sguardi, di sorrisi e di silenzi.

Franco Cerri
Sottile come una scultura di Giacometti, dinoccolato come un legno del Senegal, malato di nostalgia, ora che cammina solo lungo la sua strada, inebriato dal silenzio che suona lieve dentro di lui e lo difende dal clamore insidioso dei nostri giorni, Franco Cerri, eterno sorriso, torna con questo disco che è insieme rivisitazione del passato e gioia dolente, abbraccio paterno che coinvolge musica e affetti, lui con quella sua chitarra che suona asciutta, essenziale, quasi che anche lo strumento invocasse la quiete, e Stefano che dal basso cava vecchie parole, lui così giovane, lui temprato da esperienze, suoni diversi, qui come in altre occasioni, preso nella trappola dei sentimenti, nella carezza dolce e dinamica di quel jazz che ha accompagnato entrambi sulle vie del sogno, rendendo più facile anche la vita degli altri. 

Stefano Cerri
Bassista autodidatta e figlio d'arte, inizia la sua carriera a sedici anni con svariate formazioni da dancing come chitarrista, ma pochi anni dopo nasce la sua passione per il basso elettrico che lo porta ad entrare nel mondo del Jazz dove collabora tra gli altri con suo padre Franco, Manusardi, Rusca, Palumbo, Scott e nel mondo del Pop suonando per un certo periodo con Eugenio Finardi e con la "Rock & Roll Exhibition" di Demetrio Stratos e Mauro Pagani. Nel '79 lascia l'Italia per Londra dove incontra Jon Anderson, cantante degli allora disciolti "Yes", che lo ingaggia come bassista nella nuova formazione "Animation" con cui regista l'album omonimo e svolge un tour di 5 mesi negli USA e in Canada. Al suo rientro in Italia nell'82 continua la sua attività di session-man suonando con Fiorella Mannoia, Rossana Casale, B.Auger Franco Battiato, Eros Ramazzotti e Pino Daniele: contemporaneamente Stefano inizia la sua tutt'ora esistente collaborazione con il Centro Professione Musica di Milano come insegnante di basso elettrico. Nell' 86 decide di studiare lo Stick, un difficilissimo strumento californiano a 10 corde.

Musicisti:

  • Stefano Cerri (basso)
  • Riccardo Luppi (flauto / sax soprano)
  • Emilio Soana (flicorno)
  • Lucio Terzano (contrabbasso)
  • Tony Arco (batteria) 



Etichetta: GOLDEN JAZZ- Catalogo: N°G CD J 1926 - Produzione esecutiva Massimo Monti - Musicisti Associati Produzioni M.A.P. - Edizioni Musicali Musicisti Associati Produzioni M.A.P.- Distribuzione M.A.P.- Anno 2002

***********************************************************************************************************

Brani contenuti nel CD:
01. East of the sun (Brooks Bowman) - 4'22"
02. Limbo (Wayne Shorter) - 4'44"
03. Giovia (Franco Cerri) - 5'06"
04. Mimi (Bruno De Filippi) - 3'49"
05. As long as there's music (Jule Styne) - 4'24"
06. You go to my Head(J. Fred Coots - H.Gillespie) - 2'41"
07. The song is you (Jerome Kern) - 4'39"
08. Nica's dream (Horace Silver) - 4'44"
09. Brodino (Stefano Cerri) - 3'39"
10. L'ipae (Franco Cerri) - 4'01"
11. Cerri medio a tutto (Franco Cerri) - 4'10"

12. Moonlight in Vermond (Karl Suessdorf) - 1'55"