Unusual Quartet Vedi a schermo intero

Unusual Quartet

Lilly Polana

- 2012

Maggiori dettagli

12,99 €

 

Lilly Polana
è nata a Berna, vive e lavora a Caslano (Svizzera). 
L’arte ha sempre ritmato la sua vita, dapprima con la pittura tradizionale ad olio e poi con una tecnica particolarissima di collage, messa a punto da lei, grazie alla quale realizza diversi soggetti, in particolare animali e fiori (i suoi amatissimi mici e cani, ma anche le fiere della savana) oltre a temi simbolici. Realizza i suoi collages esclusivamente con francobolli di tutto il mondo, dimensioni e colori, ritagliati e incollati con sapienza dando vita a soggetti di affascinante vivacità e freschezza, ricchi di colore e di sentimento. Ama la musica, da anni si esibisce in concerti pubblici suonando l’armonica cromatica con grande virtuosismo.


Born in Bern now lives and works in Caslano, Switzerland. 
Art has always played an important part in her life, firstly with traditional oil painting and then moving on to a very unique collage technique. This particular style of collage, set up by Lilly herself, uses exclusively postage stamps of all dimensions and colours from all over the world. The postage stamps are wisely cut and glued giving a fascinating and fresh form to a number of subjects from domestic and wild animals to flowers and symbolic themes, rich in colour and sentiment. Lilly also loves music and for years has performed with great virtuosity in public concerts with her cromatic harmonica.


Guido Manusardi
agli inizi della sua carriera incontra Red Mitchell con il quale stabilisce un legame di profonda amicizia e collaborazione musicale e nel 1977 viene indicato come Musicista dell’anno. Nel 1978 Guido Manusardi è il primo jazzman italiano ad essere invitato al Festival Jazz di Montreux. Ha suonato e registrato con molti grandi jazzisti. Dal 1997 è Direttore artistico del Valtellina Jazz Festival e dal 1999 di Musica Viva Jazz Workshop e So Jazz. Nel 2000 viene invitato dal Direttore del MOCA – Museo d’arte contemporanea di Los Angeles – a suonare al museo con Billy Higgins e Trevor Ware. Guido Manusardi è uno dei pochissimi artisti italiani inclusi da Leonard Feather nella sua Jazz Encyclopaedia.

At the beginning of his career meets and forms a deep bond of friendship and musical collaboration with Red Mitchell and in 1977 is proclaimed Musician of the Year. In 1978 Guido Manusardi becomes the first italian jazzman to be invited to the Montreux Jazz Festival. He has playedand recorded with many jazz musicians. Since 1997 he has been the Artistic Director of the Valtellina Jazz Festival and since 1999 of the Musica Viva Jazz Workshop and So Jazz. In 2000 he is invited by the Director of MOCA, Museum of Conemporary Art, of Los Angeles to perform at the museum with Billy Higgins and Trevor Ware. Guido is one of the few italian artists included by Leonard Feather in his Jazz Encyclopaedia.



Marco Vaggi
contrabbassista milanese, ha iniziato l’attività di musicista entrando a far parte del quintetto del batterista Gianni Cazzola. Da allora ha collaborato con alcuni tra i più conosciuti musicisti della scena nazionale e internazionale del jazz.
Ha fatto parte di formazioni storiche svolgendo un’intensa attività concertistica e di club, suonando in numerosi festival e rassegne internazionali, partecipando a numerose trasmissioni radiotelevisive e prendendo parte all’incisione di più di trenta CD.
Ha suonato con grandi solisti internazionali e da sempre appassionato alla didattica, ha insegnato nelle scuole più prestigiose.


Double-bass player from Milan began his activity as musician with the quintet of the drummer Gianni Cazzola. Since then he has collaborated with some of the most well-known jazz musicians, both national and international reviews, participating in numerous radio and television transmissions and taking part in the recording of more than thirty CD’s. He has performed with great international soloists and, having always been passionately fond of didactics, has taught in some of the most prestigious schools.



Ermanno Principe
batterista fra i più noti della scena jazzistica italiana, polistrumentista (suona la chitarra ed il pianoforte), paroliere e cantante di grande talento.
Tante le collaborazioni in veste di batterista e cantante con molti tra i migliori musicisti di fama internazionale; da anni Ermanno Principe ha dato vita ad un trio.
Già insegnante di batteria, da sempre si dedica all’insegnamento del canto moderno. Ha partecipato all’incisione del cd Several People prodotto dalla Schema Record nel novembre 2004 e che ha già venduto più di 10000 copie nel mondo.

One of the most well-known drummers in the italian jazz scene, instrumentalist (he plays the guitar and pianoforte), lyricist and very talented singer. As drummer and singer, he has collaborated frequently with some of the best musicians of international fame. Ermanno set up his own trio many years ago. He teaches the battery and has always been dedicated to the teaching of modern song. In November 2004 he partecipated in the recording of the CD Several People, produced by Schema Record, which has sold 10,000 copies world-wide.


Musicisti:
LILLY POLANA - Harmonica 
GUIDO MANUSARDI - piano 
MARCO VAGGI - contrabbasso | doblebass 
ERMANNO PRINCIPE - batteria | drum 



Etichetta GOLDEN JAZZ - Catalogo N° G CD J 1951 - Prodotto da Massimo Monti - Musicisti Associati Produzioni M.A.P. - Distribuzione M.A.P. - Anno 2012

********************************************************************************************************

Brani contenuti nel CD:
01. OVER THE RAINBOW - H. Arlen - 5.44     
02. MISTY - E. Garner - 4.41   
03. BLUE SKIES - I. Berlin - 2.49    
04. QUE RESTE-T-IL DE NOS AMOURS? - C. Trenet - 4.07
05. SOMEONE TO WATCH OVER ME - G. Gershwin - 4.24
06. THE GIRL FROM IPANEMA - A. C. Jobim - 4.38
07. IN A SENTIMENTAL MOOD - D. Ellington - 3.58
08. THE NEARNESS OF YOU - H. Carmichael - 4.29