Mister Clarinet Vedi a schermo intero

Mister Clarinet

Paolo Tomelleri

- 2002

Maggiori dettagli

12,99 €


  • 1938 Nasce a Vicenza, Italia, il 13 giugno, da una famiglia di musicisti classici.
  • 1954/57 Frequenta per tre anni la classe di clarinetto al Conservatorio G. Verdi di Milano.
  • 1955 Fa le prime esperienze con gruppi di jazz tradizionale e swing che operano nell’area milanese.
  • 1956 Entra a far parte dei "Windy City Stompers".
  • 1957 Suona in un quintetto di cui fanno parte Giorgio Buratti, Giorgio Gaber e Gianfranco Reverberi.
  • Negli anni ‘60 mette da parte il clarinetto (lo vende) per svolgere un’intensa attività di sassofonista in gruppi di Rock’n Roll (Celentano, Gaber ed altri) e in orchestre da ballo.
  • 1962 Fa parte del sestetto jazz di Bruno de Filippi al Santa Tecla di Milano.
  • 1970 Suona con continuità il sassofono tenore al "Capolinea" di Milano, dedicandosi parallelamente all’attività di arrangiatore e strumentista di musica leggera. Inizia a frequentare tutte le sale di registrazione di Milano in   qualità di free-lancer.
  • 1971 Partecipa al Festival della canzone italiana di Sanremo nelle insolite vesti di chitarrista, a fianco di un  fisarmonicista e di un banjoista (Trio balera) in qualità di accompagnatore di Celentano ("Sotto le lenzuola").
  • Durante la stessa manifestazione dirige l’orchestra in più di un brano (anche nel 1973).
  • 1973 Si dedica anche al basso elettrico.
  • All’inizio degli anni ‘70 incontra Tony Scott che lo convince a riprendere a suonare il clarinetto. (Gliene vende uno suo, usato).
  • 1974 Fa parte del complesso italiano di Joe Venuti, con il quale registra "Gershwin medley" e "Georgia on my mind".
  • 1975 Suona il sax tenore nella seduta di registrazione del 18 ottobre, a Milano, con la "Milan College Jazz   Society", a fianco di Jimmy McPartland, Dick Cary e Lino Patruno. Il 1. Novembre è di nuovo in sala con   Ralph Sutton (25 Years After).
  • 1977 Insegna alla Scuola di Jazz "Nuova Milano Musica".
  • 1978 Alla testa di suo gruppo, si esibisce al "Club 2" (Brera) di Milano. Ottiene un grandissimo successo   tanto da lavorarci permanentemente per circa 13 anni.
  • 1977/78 Collabora ancora con Lino Patruno.
  • Per tutti gli anni ‘70 e ‘80 alterna l’attività di solista di jazz a quella di arrangiatore di orchestre e  complessi di musica leggera e folkloristica (è produttore di una serie di canti popolari e canzoncine per bambini).

 

Musicisti:
Paolo Tomelleri (clarinet)
Bruno De Filippi (guitar)
Ettore Righello/carlo Uboldi (piano)
Riccardo Fioraventi (C.B.)
Stefano Bagnoli (drums)



Etichetta GOLDEN JAZZ - Catalogo N° G CD J 1930 - Produzione esecutiva Massimo Monti - Musicisti Associati Produzioni M.A.P. - Edizioni musicali: Universal - La Bussola - Musicisti Associati Produzioni M.A.P.  -  Distribuzione M.A.P. - Anno 2002


***********************************************************************************************************
Brani contenuti nel CD:
01. Mister Clarinet (B. De Filippi – P. Tomelleri) - 3'32"

02. Les Poissons De La Guadeloupe (S. Bagnoli) - 3'54"
03. Lilly’s Dream (E. Righello – P. Tomelleri) - 6'15"
04. Bye Bye Riverside (P. Tomelleri) - 3'15"
05. Tom’s Party (B. De Filippi – P. Tomelleri) - 4'34"
06. Easy Walkin’ (B. De Filippi – P. Tomelleri) - 4'26"
07. Loneliness (E. Righello – P. Tomelleri) - 4'12"
08. Funambulation (B. De Filippi – P. Tomelleri) - 3'49"