Tribute to myself Vedi a schermo intero

Tribute to myself

Paolo Tomelleri

- 2010

Maggiori dettagli

12,99 €

 

  • 1938 Nasce a Vicenza, Italia, il 13 giugno, da una famiglia di musicisti classici.
  • 1954/57 Frequenta per tre anni la classe di clarinetto al Conservatorio G. Verdi di Milano.
  • 1955 Fa le prime esperienze con gruppi di jazz tradizionale e swing che operano nell’area milanese.
  • 1956 Entra a far parte dei “Windy City Stompers”.
  • 1957 Suona in un quintetto di cui fanno parte Giorgio Buratti, Giorgio Gaber e Gianfranco Reverberi.
  • Negli anni ‘60 mette da parte il clarinetto (lo vende) per svolgere un’intensa attività di sassofonista in gruppi di Rock’n Roll (Celentano, Gaber ed altri) e in orchestre da ballo.
  • 1962 Fa parte del sestetto jazz di Bruno De Filippi al Santa Tecla di Milano.
  • 1970 Suona con continuità il sassofono tenore al “Capolinea” di Milano, dedicandosi parallelamente all’attività di arrangiatore e strumentista di musica leggera.
     Inizia a frequentare tutte le sale di registrazione di Milano in qualità di free-lance.
  • 1971 Partecipa al Festival della canzone italiana di Sanremo nelle insolite vesti di chitarrista, a fianco di un fisarmonicista e di un banjoista (Trio balera) in qualità di accompagnatore di Celentano (”Sotto le lenzuola”). Durante la stessa manifestazione dirige l’orchestra in più di un brano (anche nel 1973).
  • 1973 Si dedica anche al basso elettrico.
  • All’inizio degli anni ‘70 incontra Tony Scott che lo convince a riprendere a suonare il clarinetto. (Gliene vende uno suo, usato).
  • 1974 Fa parte del complesso italiano di Joe Venuti, con il quale registra “Gershwin medley” e “Georgia on my mind”
  • 1975 Suona il sax tenore nella seduta di registrazione del 18 ottobre, a Milano, con la “Milan College Jazz Society”, a fianco di Jimmy McPartland, Dick Cary e Lino Patruno. Il 1° Novembre è di nuovo in sala con Ralph Sutton (25 Years After).
  • 1977 Insegna alla Scuola di Jazz “Nuova Milano Musica”.
  • 1977/78 Collabora ancora con Lino Patruno.
  • Per tutti gli anni ‘70 e ‘80 alterna l’attività di solista di jazz a quella di arrangiatore di orchestre e complessi di musica leggera e folcloristica (è produttore di una serie di canti popolari e canzoncine per bambini).
  • Collabora con diverse Case discografiche. Realizza musiche per film, documentari e spettacoli teatrali.       In  sala di registrazione fa di tutto, dirige, suona diversi strumenti, canta da corista, caratterizza personaggi  ecc... È protagonista di numerosi concerti,rassegne e festival di jazz. Non disdegna i locali da ballo, dove la sua musica vive un rapporto più vero con il pubblico. Suona tutti i giorni dell’anno, nei locali più diversi. Lo si trova ovunque, anche nelle osterie (Il Tubetto, Milano). Quando non suona è depresso.
  • 1978 Alla testa del suo gruppo, si esibisce al “Club 2” (Brera) di Milano. Ottiene un grandissimo successo tanto da lavorarci permanentemente per circa 13 anni.
  • 1980/95 Dagli anni ‘80 ritorna a occuparsi prevalentemente di jazz; intensifica l’attività d’insegnante di musica in scuole specializzate e privatamente (ha un numero incredibile di allievi che gli girano per casa con disperazione della moglie che se li trova dappertutto).
  • 1993 Oltre a dirigere piccoli gruppi, debutta con una sua Big Bang formata da giovani strumentisti di Milano (alcuni sono suoi allievi). È costantemente in giro attraverso l’Italia e l’Europa (spesso in Germania, Francia e Svizzera). Ha dato concerti anche in Finlandia e nei Caraibi. Nel corso della sua intensa attività ha lavorato con moltissimi musicisti americani, Tony Scott, Joe Venuti, Bill Coleman, Wild Bill Davison, Clark Terry, Red Mitchell, Jimmy Woode, Phil Woods, Jimmy McPartland, Ralph Sutton, Dick Cary, Billy Butterfield, Bud Freeman. Con Carl Fontana ha suonato nella grande formazione diretta da Buddy Childers, al seguito di Frank Sinatra Jr.., (figlio di “The Voice”) in tournèe in varie località italiane. Ha partecipato anche ad alcune rassegne di musica classica contemporanea al Conservatorio G. Verdi di Milano (Musica del nostro tempo). Paolo Tomelleri cresciuto come clarinettista-jazz alla scuola di Tony Scott, nel senso che ne ha ascoltato con attenzione tutti i dischi, strada facendo ha acquistato una professionalità tale da essere considerato oggi uno dei migliori clarinettisti operanti sulla scena internazionale jazzistica, nel filone del “mainstream”. 1995/96 Registra allo Studio Sette di Milano un CD con formazioni varie, dal duo alla Big Band avendo come ospiti importanti solisti dell’area jazzistica milanese.


***********************************************************************************************************



01-ESQWUIRE BOUNCE
15/16 Dicembre 1995
Clarinetto: Paolo Tomelleri
Trombe: Emilio Soana, Daniele Moretto, Stefano Bassalti, Nico Carleo.
Tromboni: Ruoy Migliardi, Gabriele Cappella, Claudio Barbieri
Sax: G. Paolo Casu, Paolo Kromberg, Alberto Buzzi, Paolo taccone, Gilberto Tarocco
Piano: Carlo Uboldi-C. Basso: Marco Ratti
Batteria: Stefano Bagnoli

02- SWEET LORAINE
Clarinetto: Paolo Tomelleri-Pianoforte: Ettore Righello
Live Europe Radio, data incerta 1991-1992

03- STREET OF DREAM
23 Ottobre 1992
Clarinetto: Paolo Tomelleri- Vibrafono: Fritz Hartshuh
Pianoforte: Carlo Uboldi – C. Basso: Marco Ratti
Batteria: Stefano Bagnoli

06- SING, SING, SING
15/16 Dicembre 1995
Clarinetto: Paolo Tomelleri
Trombe: Emilio Soana, Daniele Moretto, Stefano Bassalti, Nico Carleo.
Tromboni: Rudy Migliardi, Gabriele Cappella, Claudio Barbieri
Sax: G. Paolo Casu, Paolo Kromberg, Alberto Buzzi, Paolo Taccone, Gilberto Tarocco
Piano: Carlo Uboldi
C. Basso: Marco Ratti - Batteria : Stefano Bagnoli

07- DEED I DO
23 Ottobre 1992
Clarinetto: Paolo Tomelleri - Vibrafono: Fritz Hartshuh
Pianoforte: Carlo Uboldi – C. Basso: Marco Ratti
Batteria: Stefano Bagnoli

08- GOD BLESS THE CHILD
15/16 Dicembre 1955
Clarinetto: Paolo Tomelleri – Pianoforte: Ettore Righello

09- JUBILATION
15/16 Dicembre 1995
Clarinetto: Paolo Tomelleri – Pianoforte: Ettore Righello
Tromboni: Rudy Migliardi- Sax baritono: Carlo Bagnoli
Piano: Carlo Uboldi – C. Basso: Marco Ratti
Batteria: Stefano Bagnoli

10- LONDONDERRY AIR
15/16 Dicembre 1995
Clarinetto: Paolo Tomelleri – Pianoforte: Carlo Uboldi
C. Basso: Marco Ratti - Batteria: Stefano Bagnoli

11- PROMENADE AUX CHAMPS ELISEES
15/16 Dicembre 1995
Clarinetto: Paolo Tomelleri , Alfredo Ferrario
Trombe: Emilio Soana – Tromboni: Rudy Migliardi
Sax tenore: Luigi Tognoli – Piano: Carlo Uboldi
C.Basso: Marco Ratti - Batteria: Stefano Bagnoli

12- UNFORGETTABLE
Clarinetto: Paolo Tomelleri
Trombe: Emilio Soana – Tromboni: Giovanni Di Stefano
Sax: Alberto Buzzi, Gilberto Tarocco – Piano: Carlo Uboldi
C. Basso: Marco Ratti – Chitarra: Sergio Farina
Batteria: Gianpiero Prina

13- COTTON TAIL
Same as above- Trombone solo: Rudy Migliardi

14- LULLABY OF BIRDLAND
Clarinetto: Paolo Tomelleri – Pianoforte: Ettore Righello
Live Europa Radio, data incerta 1991-1992

15- CUTE
Clarinetto: Paolo Tomelleri - Clarinetto S.: Alfredo Ferrario
Trombe: Emilio Soana, Daniele Moretto, Stefano Bassalti, Lelio Lorenetti
Tromboni: Giovanni Di Stefano, Gabriele Cappella, Claudio Barbieri, Andrea Gnemmi
Sax: G. Paolo Casu, Paolo Kromberg, Alberto Buzzi, Paolo Taccone, Gilberto Tarocco
Piano: Vittorio Tomelleri – Chitarra: Sergio Farina
C. Basso: Marco Ratti – Batteria: Stefano Bagnoli

 

Etichetta GOLDEN JAZZ - Catalogo N° G CD J 1945 - Produzione esecutiva Massimo Monti - Musicisti Associati Produzioni M.A.P. - Distribuzione M.A.P. - Anno 2010


***********************************************************************************************************

Brani contenuti nel CD:
01. Equire bounce (Feather) 3’04’’
02. Sweet Loraine (Burrell) 4’45’’
03. Get happy (Harold Arlen/Ted Koehler) 3’56’’
04. Big swing face (B. Potts) 5’43’’
05. Street of dreams (Victor Young/Sam Lewis) 5’33’’
06. Sing, sing, sing (Prima) 5’47’’
07. Deed I do (Fred Rose/Walter Hirsch) 5’10’’
08. God bless the child (Holiday) 5’15’’
09. Jubilation (J. Mance) 6’25’’
10. Londonderry air (Traditional) 6’21’’
11. Promenade aux champs elisees (Bechet) 6’03’’
12. Unforgettable (Gordon) 5’07’’
13. Cotton tail (Ellington) 3’32’’
14. Lullaby of birdlands (George Shearing) 3’50’’
15. Cute (N. Hefti) 4’01’’