Esisto anch'io Vedi a schermo intero

Esisto anch'io

Renato Dibì

- 2008

Maggiori dettagli

12,99 €

Elegante cantautore-poeta, da tempo considerato il migliore interprete italiano della grande tradizione dei Chansonniers; ha cominciato da giovanissimo la sua carriera nei cabaret milanesi. Era una vocazione alla quale non poteva sottrarsi. Cantava accompagnandosi con la chitarra e scriveva canzoni che anche cantanti affermati assumevano in repertorio, ma la svolta della sua vita artistica la deve all’incontro con la grande canzone francese: Leo Ferré, Jacques Brel, Georges Brassens, Barbara, Boris Vian, Juliette Greco, con il loro modo di scrivere canzoni e con la vivacità irridente del loro modo di interpretarle, lo hanno convinto che quella era la strada da percorrere. E’ da tempo considerato l’unico Chansonnier capace di dare alla canzone francese anche una veste, per così dire, italiana. Le sue, più che traduzioni dei testi francesi, sono autentiche versioni poetiche, sono il risultato di letture meditate e di diretta conoscenza degli autori e della loro storia. (Vittorio Franchini). 
Frequenta il D.A.M.S. conseguendo la laurea in discipline musicali. Lavora nei Cabaret e in teatro recita a fianco di Paola Borboni e il poeta Bruno Vilar.
Scrive canzoni per Mina, Milva e tanti altri. 
Riceve il Premo Rivelazioni Cantautori (RAI 1 - 1993). Nel 1994 insieme a Ivana Monti registra un omaggio a Kurt Weill, per questo lavoro ricevono il “Grammy della Canzone d’Autore per il teatro” (RAI 1).

Partecipa al 28° Festival Delle Nazioni a Città di Castello accanto a Alain Delon e Gilbert Becaud. Partecipa al Festival Ferrè con Juliette Greco. Si esibisce nei teatri con i suoi spettacoli “Canzoni Nascoste” -“Com’è bella la città”- “Brel più Ferrè” regia di Filippo Crivelli, interpretando in italiano i brani più significativi di Jacques Brel e Leo Ferrè; per i Piccolo Teatro, partecipa al Festival Streheler 1999.
Collabora con i più noti jazzisti italiani come Bruno De Filippi, Giorgio Gaslini, Sante Palumbo, Franco Cerri, Enrico Intra, Renato Sellani e con alcuni di loro ha formato la Swing Orchestra, portando la in Jazz la “ Chanson “ in teatro. Partecipa come interprete e traduttore nell’ambito della manifestazione “Tradittori-Traduttori” al (Club Tenco 2.002).
In ”Canzoni Nascoste“, ha cantato in duetto con Milva ed ha ultimato un nuovo spettacolo teatrale “ La mia più bella storia d’amore ” e discografico, affiancato da Bruno Lauzi.


************************************************************************************************************

Discografia:

  • “Il mio Jacques Brel” (Nuova Carisch )
  • “Il serpente che danza” (Ala Bianca) ispirato ai “Fiori del male” di Baudelaire.
  • “Canzoni al Neon” (Fonola)
  • “Lontano da Berlino”(Nuova Carisch) insieme a Ivana Monti.
  • “Suonassero del Jazz” (Ala Bianca)
  • “Il mio Leo Ferrè” (Nuova Carisch)
  • “Canzoni Nascoste” Libro-Disco – PARIS CANAILLE - di Vittorio Franchini (Ed. Ruggunenti) affiancato da Milva
  • "Esisto anch’io” (Musicisti Associati Produzioni M.A.P.)



Etichetta AICSOUND - Catalogo N° CD 50137 - Produzione esecutiva Massimo Monti - Musicisti Associati Produzioni M.A.P. - Distribuzione M.A.P. - Anno 2008

************************************************************************************************************

Brani contenuti nel CD:
01. Esisto anch'io (Dibì - Rusca - 5'01")
02. La mia più bella storia d'amore (Dibì - Barbara - 3'49")
03. D'avventura in avventura Medail (Dibì - Lama - 3'06'')
04. L'uomo della mancha (Dibì - Lauzi - Brel - Leigh - 2'45'')
05. Figlia mia (Lauzi - Medail - Marnay - Bernard - 2'54")
06. L'assenza (Dibì - Becaud - 3'26'')
07. Il manichino (Paoli - Raggi - Serrat - 5'02'')
08. L'amore è morto (Dibì - Brel - Jouannest - 2'55")
09. Il timido (Dibì - Brel - Jouannest - 2'48'')
10. L'anima dei poeti (Dibì - Negri - Fiume - 2'41")
11. E' troppo alto il cielo (Dibì - Negri - Fiume - 2'25'')
12. Zingari gitani (Dibì - 3'23'')
13. La celebrità (Dibì - Bressens - 6'05'')
14. Parigi canaglia (Dibì - Ferrè -2'12")