Metodo per basso e contrabbasso - Vol. 2 Vedi a schermo intero

Metodo per basso e contrabbasso - Vol. 2

Alberto Guareschi - 2013


Maggiori dettagli

15,00 €

 

Etichetta M.A.P. 2013 - Distribuzione M.A.P.

 

Ci sono testi di gran prestigio che preparano gli studenti verso un'immediata specializzazione, il rock, il jazz, la fusion, etc. 
L'epoca moderna, si sa, esige sempre più abilità specifiche, in ogni settore è così. 
A volte però per raggiungere l'obiettivo si prendono scorciatoie che lasciano nella preparazione, nella comprensione e nella realizzazione, piccoli buchi o grandi voragini.
Io ritengo che prima di orientarsi verso un perfezionamento, si debba avere una conoscenza generale completa, un po' come il medico che prima è generico e poi, si specializza in cardiologia.
Fino a qualche anno fa si richiedeva ai musicisti una competenza più complessiva, bisognava anche essere solleciti, tempestivi, pronti.
Vi assicuro che accompagnare a prima vista o quasi una rivista, un balletto o uno spogliarello in un night club, presentava caratteristiche di difficoltà pari o superiori ad una parte di accompagnamento in orchestra sinfonica, anche perchè, potete ben immaginare, si era parecchio deconcentrati dalla vista posteriore delle ballerine (NdS).
Anche se sono finiti i tempi in cui il musicista di corte doveva saper suonare, comporre, arrangiare, dirigere, insegnare, etc, ancora oggi sono richiesti musicisti completi e competenti che sappiano affrontare generi diversi.
Molte volte ho avuto a che fare con musicisti preparatissimi in un determinato genere, ma completamente persi in un altro: un virtuoso classico che non sa sviluppare una semplice sigla, od orientarsi in un giro di blues, un jazzista troppo moderno che non sa improvvisare su un traditional, un rocchettaro che non sa accompagnare un valzer e che legge solo le tablature come i liutisti cinquecento anni fa.
Ovviamente mi riferisco ai professionisti perchè i dilettanti, che con la musica hanno un rapporto ludico-liberatorio (come dica la parola, un diletto) e che quindi possono permettersi di scegliere, facciano pure giustamente ciò che vogliono.
Questo metodo vuole quindi preparare l'allievo con tecniche di base e un apprendimento graduale, alla pratica dello strumento, della teoria, dell'armonia e quant'altro possa servire per affrontare una successiva qualificazione in ambito classico, jazzistico o altro.
Alberto Guareschi
--------------------------------------------------------------------
N. 23 basi. Da scaricare gratuitamente dal sito:
www.albertoguareschi.it/menu/didattica.htm  e o dal sito www.map.it.
Piuttosto che allegare un CD al metodo, con un conseguente aumento dei costi di stampa, ho preferito optare per questa soluzione.
Le basi sono in formato MIDI, per poter permettere all'allievo di rallentare o velocizzare a proprio uso gli esercizi o di trasportarle per potersi impratichire in altre tonalità.
Il computer è ormai diventato un "elettrodomestico" presente in quasi tutte le case e trovo che sia particolarmente utile poter suonare, per esempio, lo stesso esercizio a velocità diverse.
Mi rendo conto che i suoni MIDI, soprattutto quelli generati dalle schede audio dei computer casalinghi, non sono il massimo, ma gli aspetti positivi della manipolazione degli altri parametri mi hanno fatto propendere per questa scelta.
Che altro dire? Buon divertimento!
Alberto Guareschi


IL METODO E' VISIONABILE SUL SITO WWW.MAP.IT